Ispirazioni: Beltane, festa dei fuochi e di rinascita


Questa sono io nel 2019, fotografata da Lorenzo Berni Elene Photography


Maggio, mese luminoso e pieno di vitalità, che porta i primi caldi e meravigliose fioriture colorate, dove la natura esplode rigogliosa e intrisa di pura bellezza: il primo giorno di questo mese sancisce la festa di Beltane! In questo post ti racconto la storia e le tradizioni di questa giornata, e più in fondo troverai delle idee su come festeggiarla anche stando in casa!


Beltane o Beltaine è una festa pagana molto antica risalente alle popolazioni celtiche gaeliche, ma ancora celebrata ai giorni odierni come uno degli otto sabbat della Ruota dell’Anno, legata al ciclo delle stagioni e all’alternarsi di solstizi ed equinozi.

Il nome deriva dall’antico irlandese per “fuoco luminoso” o “splendente”, e dal dio celtico Bel o Beleno, dio della rinascita, della luce e del fuoco.


Beltane si trova a metà tra l’equinozio di primavera e il solstizio estivo. È inoltre esattamente opposta a Samhain (meglio conosciuta come Halloween): se a Samhain si festeggia la morte, a Beltane si celebra invece la rinascita e la vita nel pieno della sua energia.

Gertrude Hoffman fotografata da Frank Bangs, c.1917


In realtà, è una festa che trova i suoi corrispondenti anche in altre culture, che discendono sempre da tradizioni antiche legate alla bella stagione, ai fuochi sacri, alla fertilità e al rinnovarsi della vita: in Germania si festeggia la “notte di Valpurga”, mentre in Italia questo giorno prende il nome di Calendimaggio. È conosciuta nei paesi anglosassoni anche come “May Day” ovvero Primomaggio.


Tradizionalmente, Beltane indica il primo giorno d’estate, sebbene ai giorni nostri sia più l’indicatore dei giorni che si allungano e di un’estate che si sta avvicinando.

Le ballerine di Marion Morgan posano come ninfe della foresta; titolo ‘Summer’. Scatto pubblicato in Theatre Magazine, 1918


I popoli antichi, molto integrati con i ritmi della natura, in questi giorni cominciavano tutte le attività estive legate alla terra e all’allevamento. Il bestiame veniva portato verso i pascoli estivi, e uno dei riti di Beltane più diffusi consisteva nel farli passare tra due grossi falò per purificarli tramite il calore e la cenere, come simbolo di buon auspicio. Il gesto di attraversare i due fuochi veniva imitato anche dalle persone; si usava anche saltare vicino ai fuochi gemelli per predire l’altezza del raccolto.

In questo giorno sacro, che aveva inizio la sera precedente, si cantava, danzava e pregava davanti ai falò, per chiedere abbondanza di raccolti e una buona stagione. Poi si passava la notte sotto le stelle, nei boschi, a stretto contatto con la natura lussureggiante.

Oberon, Titania and Puck with Fairies Dancing by William Blake, c.1786


Il fulcro principale di Beltane è la celebrazione della fertilità, dell’amore, del corteggiamento e della rinascita della vita.

Il rituale tradizionale in questo senso rappresenta l’unione della Dea Madre (dea Flora in alcune tradizioni) con il Dio Sole (o anche “Uomo Verde” o il dio della Foresta secondo altre versioni): le nozze sacre tra l’elemento maschile e quello femminile, per fecondare la terra e donare vita e prosperità. Nell’antichità, per celebrare l’unione della Dea con il Dio, si danzava intorno ai falò e poi ci si rifugiava nel bosco con il proprio amante; i bimbi concepiti in questa notte sacra erano benedetti.

Illustrazione Beltane by Natasa Ilincic, la trovi in vendita sul suo negozio Etsy


Brunnhilde throws herself into Siegfrieds arms, illustrazione di Arthur Rackham per il ciclo de L’anello del Nibelungo di Wagner


Un’altra tradizione legata alla fertilità è il Palo di Maggio: un bastone di legno piantato nel terreno a cui venivano attaccati dei nastri colorati, spesso rossi e bianchi (rosso per il Dio, bianco per la Dea), e attorno a cui donne e uomini danzavano tenendo ognuno l’estremità di un nastro, creando così intrecci che erano simbolo dell’unione tra la Dea e il Dio.


May Day by Phoebe Wahl


Si andava nei boschi a raccogliere fiori e poi si creavano ghirlande per adornare i capelli, le case, le tavole, le porte e persino gli animali. I fiori favoriti erano campanule, biancospino, primule, sorbi, calendule… e tutti i fiori bianchi e gialli di stagione, che richiamano il colore del fuoco e del sole.


Si credeva inoltre che nel primo giorno di maggio le acque selvatiche fossero magiche: perciò si usava raccoglierle (persino la rugiada!) e utilizzarle per bagni e trattamenti di bellezza!

Herbstzeitlosen by Frederick Boissonnas, 1902


I cibi con cui si riempivano le tavole erano principalmente latte, miele, focacce, formaggi: cioè i frutti della terra, delle api e delle mucche, e simboli perciò di abbondanza e prosperità.


Freia standing under a tree, by Arthur Rackham


Beltane è una bellissima festa di vita e allegria, e l’ideale sarebbe passarla all’aperto, in giardino, in un parco o ancora meglio in un bosco… ma come possiamo onorarla, anche stando a casa in lockdown durante una pandemia?


Si può benissimo portare un po’ della magia di Beltane anche all’interno delle mura domestiche! Come? Così:


-Il simbolo principale di questo giorno è il fuoco: se non hai un camino, o se ce l’hai ma fa troppo caldo per metterlo in funzione, la soluzione più semplice è accendere qualche candela per casa (mi raccomando: in sicurezza!), magari di quelle profumate con essenze floreali! O ancora, purifica gli ambienti interni accendendo del palo santo o dei mazzetti di salvia bianca, con più attenzione agli angoli, agli ingressi e alle porte. E poi scatenati nelle danze: il ballo è un ottimo modo per caricarsi di energie e vibrazioni positive,e lasciare andare quelle negative!


-Beltane è la festa dell’amore e del corteggiamento: cerca di passare la giornata con la persona che ami. Se non puoi perché è lontana o perché sei single, non c’è problema: quale occasione migliore per dedicarti alla cura di te e coccolarti come ti meriti? Non ti risparmiare! Fai tutto ciò che ti fa sentire bene e che ti fa rinascere!


-Se nei tempi antichi si usava raccogliere la rugiada o l’acqua dei ruscelli per trattamenti di bellezza, oggi puoi invece indugiare in un lungo, piacevole e profumato bagno caldo, in cui puoi aggiungere, se ne hai, petali freschi o fiori secchi. Non dimenticare un po’ di musica rilassante di sottofondo: rinascerai!


-Crea coroncine floreali o decorazioni colorate per la casa: se non hai un giardino e non puoi cogliere fiori freschi, ordinali da un fiorista che fa consegne a domicilio: daranno un tocco di felicità all’ambiente, o ai tuoi capelli! E poi, già che ci sei, indossa un bell’abito floreale che ti faccia sentire regina dei boschi per un giorno :)


-Sarebbe bello passare qualche oretta di divertimento con gli amici, ma ahimé non è ancora possibile: però si può rimediare con una chiamata alla tua amica del cuore, o a una videochiamata di gruppo!


-Dedicati a qualche progetto creativo: dopotutto, Beltane è festa di rinascita, vitalità, creatività! Per esempio, puoi divertirti a costruire il tuo mini Palo di Maggio personale, con un legnetto e qualche nastro; oppure coroncine di fiori come suggerito più sopra, magari di carta, o ghirlande colorate!


-Se hai un giardino, dedica dieci minuti per meditare nella natura, magari seduta nel prato, sentendo la connessione con la terra e con i suoi frutti. Se un giardino non ce l’hai, puoi farlo anche in casa: ci sono molte tecniche di “grounding”, cioè che ti aiutano a sentire il legame con la terra e ad ancorarti ad essa anche se non hai la possibilità di essere fisicamente nella natura. Ti invito a cercarne qualcuna in rete: per il momento sono le mie preferite perché mi danno un’energia pazzesca e mi fanno sentire proprio bene!


-Se hai un giardino o un balcone, puoi fare un po’ di giardinaggio, piantare qualche nuovo semino (magari di quelli che fanno nascere i fiori attira-api!), innaffiare e rinvasare. Se hai il pollice verde saprai già quanto sia terapeutico stare con le mani nella terra!


-Prepara un picnic in salotto con focacce, pane, verdura di stagione, birra, formaggi, latte e miele: quale miglior modo per celebrare i doni della terra ed esserne grati? Ovviamente, se sei vegana o intollerante puoi scegliere le alternative che fanno per te!


Puoi dedicarti a una o più di queste attività sia oggi che nei prossimi giorni, perché è bello prolungare la magia di questa festa il più possibile per celebrare la primavera e l'avvicinarsi dell'estate :)


Spero che la storia di Beltane e i miei suggerimenti per festeggiarla anche da casa ti siano piaciuti! Buon maggio e tanta prosperità a te!


Questa sono io nel 2019, fotografata da Lorenzo Berni Elene Photography

Indosso gli orecchini con rametti di frassino in ottone, il girocollo con luna crescente e iolite, e la collana con luna nuova e goccia di turchese africano; sono tutti acquistabili nel mio negozio online.


Ornamenti che sono amuleti naturali, perfetti per festeggiare Beltane e la rinascita della natura! Li trovi nel mio negozio online.


{I miei gioielli nascono grazie all'influenza di numerose ispirazioni diverse: arte, storia, mitologia, natura, madre terra, astronomia, astrologia, spiritualità, in un mix personalissimo che nutre mente e anima e dà poi vita ai miei ornamenti artigianali, impregnati di magia e segreti}.

Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon

©2017 by PetiteFraise Jewelry. Created with Wix.com

  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Grey Twitter Icon